Corsi di Danza Propedeutica

a cura di Giada Lucchi

propedeutica

La Propedeutica è un percorso che viene curato dall’insegnante per formare la fisicità di base delle allieve, quindi far capire loro cosa significa avere una giusta postura, iniziare il lavoro di rotazione delle anche e di apertura a terra, avere un primo approccio con la musica e il ritmo.
Grazie ad un metodo prevalentemente ludico, i bambini iniziano a prendere confidenza con il proprio corpo, attraverso la scoperta del movimento danzato, che introduce anche i primi elementi di base della danza classica.
Pertanto tale percorso viene consigliato per tutte le bambine/i di età compresa tra i 3 e i 6 anni.

Corsi di Danza Classica

a cura di Giada Lucchi

the dancer

La danza classica è la più elevata forma della danza, e rappresenta la base per potersi approcciare a qualsiasi altro tipo di danza accademica. Essa è costituita da una rigida disciplina e da precise regole che favoriscono non solo la maturazione tecnica dell’allievo, ma anche la sua crescita personale.
La tecnica utilizzata presso i nostri corsi, che partono dalla Propedeutica e proseguono con i Corsi dal Primo all’Ottavo, è quella del metodo Vaganova.
Il nostro percorso comincia fin dai 4 anni d’età: grazie ad un approccio prevalentemente ludico, i bambini iniziano a prendere confidenza con il proprio corpo, attraverso la scoperta del movimento danzato, che introduce anche i primi elementi di base della danza classica. Successivamente, già dal Primo Corso, verrà sempre più sviluppato l’aspetto tecnico-accademico, tramite l’introduzione dei passi di danza classica vera e propria, tra cui le posizioni dei piedi e delle braccia, e lo studio delle pirouettes, fino a cominciare anche lo studio della tecnica di punte, nel momento che l’insegnante considera opportuno e in sintonia con lo sviluppo fisico (osseo e muscolare) dei bambini.

Corsi di Modern Jazz

a cura di Giada Lucchi

beautiful couple

Con il termine danza moderna si definiscono generalmente gli sviluppi della danza che, a partire dalla fine del XIX secolo, portarono ad un nuovo modo di concepire la danza di scena, in contrapposizione al balletto classico-accademico. In alcuni casi, adottando una terminologia tipica del mondo anglosassone, il termine indica anche alcune forme di ballo da sala evolutesi nel Novecento.
Nata come ribellione nei confronti della danza accademica, ritenuta troppo rigida e schematica, la danza moderna intendeva procedere alla ricerca di una danza libera, che inizialmente veniva spesso praticata attraverso la provocante forma dell’assolo (oggi detto anche solo), eseguito spesso in spazi non teatrali, per marcare un forte contrasto con lo sfarzo dei grandi balletti.
Loïe Fuller, Isadora Duncan e Ruth St. Denis, poi seguite da Martha Graham e Doris Humphrey, si imposero sulla scena mondiale sviluppando particolari stili di danza libera che poi diedero origine ad una modern dance caratterizzata da una propria estetica e da propri schemi espressivi ed educativi.
Vista l’evoluzione continua del modern-jazz, i nostri corsi seguono due percorsi paralleli di studio. Il primo è un percorso più accademico, basato sul modern che trova le sue origini nel metodo di Matt Mattox, uno dei precursori della disciplina; il secondo è invece un moderno più libero e contaminato, che pertanto risente maggiormente delle influenze della danza contemporanea, con prese, lavoro a terra, lavoro in coppia, improvvisazione.. L ‘unione dei due percorsi è materia di studio durante l’anno di danza, con possibilità, per le allieve pronte e che lo desiderano, di sostenere un esame di fine anno analogo a quello che avviene nella danza classica.

Corsi di Hip Hop

a cura di Elisa Amadori, Eric Perasie ed Elia Del Nin

Nightclub dancer posing on a dark background

Danza e Gioco Hip-Hop (3-5 anni)
Insegnante Elisa Amadori Un innovativo programma che mira a sviluppare tutte le qualità necessarie al bimbo di età prescolare (gestione dello spazio, senso del ritmo, controllo degli arti, coordinazione…) Questo corso aiuta i bambini a conoscere il proprio corpo e le sue potenzialità, a muoversi nello spazio con abilità e creatività in armonia con la musica e con i compagni. Attraverso il gioco e la danza il bimbo scopre in modo naturale i segreti del linguaggio corporeo, divertendosi a ritmo dei primissimi passi di hip-hop (minimo 4 allievi-massimo 12 allievi- richiesti calzini antiscivolo).

Hip-Hop bimbi 6-9 anni
Hip-Hop ragazzi 10-14 anni
Insegnante Elisa Amadori La danza hip-hop è estremamente coinvolgente per i bambini e ragazzi, che rimangono affascinati dalla dinamicità dei suoi movimenti. Frequentare i corsi di hip-hop li aiuta ad esplorare il corpo e le sue molteplici possibilità, a trovare modalità espressive sempre nuove e personalissime, potenziando l’autostima e canalizzando la grande creatività tipica di questa età. Di fatto, tramite la danza hip-hop migliorano le proprie capacità motorie, il coordinamento e la flessibilità articolare. La lezione di danza hip-hop per bambini e ragazzi prevede esercizi di riscaldamento, esercizi di ginnastica per il potenziamento muscolare e l’insegnamento di alcune sequenze coreografiche, oltre ad un lavoro dedicato alla creatività e alla ricerca di uno stile di movimento personale che porta all’improvvisazione in cerchio, tipica di questo tipo di danza (minimo 8 allievi-massimo 30 allievi).

Hip-hop intermedi dai 15 ai 20 anni
Insegnante Eric Perasie Corso dedicato a ragazzi e ragazze dai 15 ai 20 anni. L’insegnante propone lezioni in cui vengono studiati diversi stili tra cui: Poppin’ & Loockin’, House e Hip Hop New Style. Il corso permette di migliorare flessibilità, forza e coordinazione grazie allo studio di combinazioni nei vari stili di hip-hop, ma lascia anche spazio alla libera espressione corporea e al free-style (minimo 8 allievi-massimo 30 allievi).

Hip-hop adulti
Insegnante Eric Perasie Corso dedicato agli adulti in un clima rilassato e coinvolgente vengono studiate le basi tecniche dell’hip-hop e viene dedicato ampio spazio alla parte coreografica (minimo 8 allievi).

Hip-hop avanzato
Insegnante Elia Del Nin Durante lo svolgimento di questo corso verranno studiate le movenze derivanti dalla Old dalla Middle e dalla New School che hanno caratterizzato il ballo e la danza hip-hop. Gli allievi studieranno i vari passi per poterli in seguito utilizzare al meglio negli show e nei freestyle, oltre che nelle varie esibizioni e nei contest (minimo 8 allievi-massimo 30 allievi).

Corsi di Breakdance

a cura di Elia Del Nin

Flip

Breakdance bimbi e adulti
Durante lo svolgimento di questo corso verranno studiati i movimenti di base che caratterizzano: Breaking, Top-rock, Up-rock (passi in piedi) Footworks e Moves (passi a terra), Freezes (blocchi e posizioni di stasi). Queste diverse tecniche verranno fuse assieme per costruire vari ingressi singoli di freestyle e per formare piccole routines che verranno utilizzate durante esibizioni e contest. (minimo 8 allievi-massimo 20 allievi).

Altre info:
La breakdance (vero nome b-boying o breaking) è una disciplina di ballo della cultura hip hop sviluppato dalle comunità giovanili afro-americane e latinoamericane del Bronx a partire dal 1968. Dj Kool Herc coniò il termine b-boy per identificare i giovani che ballavano scendendo “a terra”, durante i suoi breaks musicali nelle feste di strada del 1972. A partire dagli anni ottanta il b-boying si è diffuso in tutto il mondo, evolvendo la sua tecnica con mosse sempre più spettacolari, e associando la sua pratica ad un vero e proprio stile di vita, di stampo hip hop.
continua a leggere su http://it.wikipedia.org/wiki/B-boying

Corsi di Popping’ & Lockin

eric foto

Stage di Popping’ & Lockin’
Gli stage di Popping’ & Lockin’ con Eric Perasie avranno luogo il sabato pomeriggio (date da definire). Il Popping è uno stile di danza funk e danza hip hop basato sulla tecnica della rapida contrazione e successivo rilassamento dei muscoli, che causa una sorta di scatto nel corpo del ballerino, chiamato pop (schiocco). Queste contrazioni sono eseguite continuamente al ritmo di musica in combinazione con altri stili mimici. Il Popping è anche utilizzato come termine generico sotto cui ricadono diversi stili e tecniche di danza che sono spesso combinate al vero e proprio popping per creare una esibizione maggiormente varia. L’effetto del popping si dimostra particolarmente surrealistico quando accosta il ballerino umano ai movimenti innaturali che vengono eseguiti. Come altre danze di strada, il popping è eseguito di solito all’interno di battle e sviluppa movimenti atti ad irridere l’avversario.

Corsi di House

Dancer in retro style with splashes

Stage di House
Gli stage di house dance con Eric Perasie avranno luogo il sabato pomeriggio (date da definire). Non vi sono limiti di età per accedere al corso ma è fortemente consigliato avere già una buona esperienza in almeno uno stile di street dance.
Per avere maggiori informazioni contattare la segreteria.

Corsi di Dancehall

a cura di Diego Garcea

foto DIEGO per sito

Corso di Ragga-Dancehall, la street dance jamaicana. Il corso è diviso in tre livelli, RAGGA BASE per chi si approccia a questo stile per la prima volta, RAGGA INTERMEDIO e RAGGA AVANZATO per ragazzi e ragazze che hanno già una buona esperienza nella dancehall o in altri stili di street dance. La lezione prevede una parte di riscaldamento e studio della tecnica, una parte dedicata alle “danze jamaicane” e una parte coreografica o di freestyle. (età a partire dai 12-13 anni – minimo 8 allievi-massimo 30 allievi).

Corsi di Waacking

a cura di Diego Garcea

Fotolia_12093305_M

Il waackin è una danza ‘sociale’ che nasce nell’era del funk e della disco music anni 70 negli stati uniti, west coast. Si ispira alle dive del cinema, alle icone della bellezza, al mondo della drag queen, contiene elementi provenienti dal locking, dalle danze latine e dal modern. La sua musica originale è il funk ma questo stile nei tempi recenti è stato anche ‘adattato’ alla musica pop dando origine al ‘new way waacking’.
Il corso è monosettimanale ed abbinato alla VideoDance, per creare una serie di lezioni dedicate per lo più alle ballerine che vogliono lavorare sulla loro presenza scenica, sulla femminilità e sulla espressività del loro corpo, del loro atteggiamento e della postura. Essendo a livello unico è necessiaria una precedente esperienza di studio nella street dance o danza moderna.

Corsi di Flamenco

a cura di Dianza Gonzalez e Mahoù de Castilla

mahou

Vida, aire, cante, danza, musica y poesia.

LE GITANE BALLANO…VECCHIE STORIE DI ANGOSCIA, DI DOLORE. MAGNIFICO FIORE ROSSO, FRENETICO APRIRSI E CHIUDERSI DI PETALI FIAMMEGGIANTI, SGUARDO CUPO, LABBRA SERRATE E LE GITANE BALLANO… BALLANO. PIANTO ANTICO, RABBIE REMOTE, LAMENTI SENZA FINE, NELLA CADENZA OSSESSIVA DEL FLAMENCO GITANO. NON GIOIA NELLA DANZA GITANA. ESPLOSIONE TRAVOLGENTE DI FURORE, AMORE, DOLORE, ALLEGRIA, PIANTO E RISA.

Il flamenco prima di essere una danza è uno stile e una filosofia di vita di un popolo e di chi, come loro, ha una visione della vita fuori dagli schemi della routine: Los Gitanos. Questo popolo nomade é partito dall’India e dopo aver subito discriminazioni e persecuzioni di tipo etnico, razziale e religioso, si è diviso in vari nuclei ed ha raggiunto l’Andalusia (sud della Spagna). Qui ha saputo fondere il suo folclore con quello autoctono creando un complesso tessuto chiamato Flamenco. Il Flamenco è quindi nato così (spiegato in modo sintetico), nei raduni e nelle feste di questo popolo, per una loro esigenza di esprimere i sentimenti che provavano quotidianamente nella vita; infatti i temi del flamenco sono l’amore, il destino, la fatica di vivere, la morte, la miseria, la solitudine, ma anche la gioia, la vittoria e la buona sorte.

Sono proprio questi temi che hanno permesso che il flamenco arrivasse a diventare un modo di sentire emozioni non solo dei gitani, ma di tutti coloro che condividono una particolare visione del mondo. Mettere in scena il flamenco non è solo l’offerta più generosa e spettacolare che si porge ad un pubblico avido di sapori locali, ma è l’espressione complessa e sapiente di una cultura antichissima, che affonda le sue radici nei riti della fertilità della terra e del sangue. Il bailaor di flamenco calpestando il terreno, trae forza da esso, al contempo lo domina mentre lo spirito si proietta verso il cielo evocando un’antico rituale di fertilità, simboleggiando le nozze del cielo con la terra. Il flamenco quindi, non è il folclore della terra spagnola, ma il risultato complesso di una molteplice fusione di tradizioni e culture, che usando come base le tradizioni autoctone hanno creato questa immensa arte.

Danza classico-española, danza regionale española, influenze arabe, bizantine e contatti con altre civiltá hanno creato quello che si chiama Flamenco.

Alle cinque della sera.
Eran le cinque in punto della sera.
Un ragazzo portó il lenzuolo bianco
Alle cinque della sera.
una cesta di calce era giá pronta,
Alle cinque della sera.
tutto il resto era morte e solo morte
Alle cinque della sera.


Quando l’arena si coprí di iodio,
Alle cinque della sera.
Uova covó la morte nella piaga,
Alle cinque della sera.
Alle cinque della sera.
Alle cinque in punto della sera.

Il suo letto è una bara con le ruote.
Alle cinque della sera.


Il toro gli muggiva sulla fronte
Alle cinque della sera.


Alle cinque della sera.
Ah, terribili cinque della sera!
Eran le cinque a tutti gli orologi!
Eran le cinque all’ombra della sera!

“Llanto por Ignacio Sánchez Mejias”
La cogida y la muerte – de Federico Garcia Lorca

INFORMAZIONI SUL CORSO DI FLAMENCO

:: I corsi vanno da fine Settembre a metá Giugno.
:: Si invitano tutte le nuove persone a partecipare senza nessun impegno alla prima serata della propria città alle ore 21:00 (per Bologna ore 16:30); si prega di portare il codice fiscale per compilare un modulo richiesto per legge, giacchè i nostri corsi fanno parte di una Associazione a scopo culturale.
:: Venire con un abbigliamento comodo; per le donne se possibile scarpe con tacco largo e non troppo alto e gonna ampia. Se si deciderà di proseguire il corso si scopriranno i materiali didattici professionali (zapatos, faldas, castañuelas, mantones, bastones, abanicos sombreros ect. Ect. …)
:: A fine anno, oltre al saggio di fine corso, gratuitamente, per chi vuole partecipare, l’Associazione e la nostra Accademia danno la possibilità di partecipare a spettacoli in teatro di carattere professionale, avendo l’opportunità di affiancare grossi professionisti nel mondo della chitarra, canto e danza flamenca. Tutto questo viene realizzato con lo scopo di diffondere questa cultura e dalla voglia di stare bene insieme e del divertimento collettivo.
:: La nostra Accademia nasconde tante altre piccole e grandi sorprese..tourneè, viaggi studio all’estero, conferenze e lezioni con la chitarra, stage etc. etc. che scoprirete nel corso dell’anno accademico.

Per ogni informazione chiamare il 347.1542630

Corsi di Danze Swing

Dancers rock and roll

Lindy Hop Il Lindy Hop è una comunicazione tattile con il partner, che avviene attraverso una connessione fisica che continua in qualsiasi posizione vi troviate (prevede posizioni chiuse ed aperte, in infinite combinazioni). Una volta che avrete imparato la connessione fondamentale e le tecniche di guida, potrete ballarlo con chiunque. Attraverso la connessione, le ballerine sono in grado di seguire intuitivamente anche passi che non hanno mai fatto prima; questa comunicazione lascia tuttavia alla ballerina tutti i suoi spazi liberi per improvvisare a sua volta. Gli uomini controllano i movimenti della propria partner e possono anche modificare il ballo in maniera spontanea, per reagire alla musica o per far fluire una figura in quella successiva in maniera organica. Questa connessione e questa comunicazione danno ampia soddisfazione ad entrambi i ballerini, ed ogni ballo diventa come una conversazione. Imparare la connessione, la contro-tensione, il concetto di cornice e di guida del Lindy Hop, vi metterà in grado di ballare qualsiasi altro ballo di coppia. Boogie Woogie Il boogie woogie, 4/4 musicale, è un evoluzione dello swing. Si diffonde negli Stati Uniti alla soglia della seconda guerra mondiale; i neri e bianchi, appassionati di jazz, si esibiscono con ciascuno il proprio personale stile e la straordinaria energia, travolgendo il pubblico e trascinandolo in un atmosfera di collettiva inebriezza. Importato in Europa dai soldati americani, con un esplosione di volteggi e salti, il suo continuo allontanarsi e avvicinarsi dei partners, il suo passo più corto e molleggiato e soprattutto l’incontenibile desiderio di sfogo liberatorio, dopo il drammatico passaggio storico, permette al cavaliere di trascinare la dama nelle acrobazie dalle più semplici alle più ardue, simile a quelle del rock&roll, mantenendo però un bagaglio di figure. Il grandioso trombettista Gleen Miller, con il famoso motivo “in the mood”, fa conoscere agl’europei un modo di ballare il boogie woogie più soft perciò più accessibile anche ai ballerini principianti o meno dotati di talento innato. Imparare il boogie woogie richiede un pizzico di sano spirito folle, una buona dose di ritmo istintivo nelle gambe ed insegna alla coppia il giusto ed equilibrato senso d’esibizionismo nella sua essenza positiva. Rock’n’Roll Acrobatico Mentre andava sviluppandosi il genere musicale rock iniziarono quasi contemporaneamente ad essere create delle danze che potessero essere accompagnate da tale tipologia di musica. La prima di queste fu il famosissimo Swing (1920 circa) che si evolse poco tempo dopo nel Lindy Hop, che poteva essere ballato in coppia, ad avere degli elementi acrobatici. Quest’ultimo fu ulteriormente modificato attorno al 1940 in quanto vi era la necessità di ballare seguendo musiche più veloci e ritmate; e così, poco tempo dopo, fece la sua comparsa lo stile che oggi noi chiamiamo Boogie-woogie. Quando infine, attorno al 1955 appunto, la musica rock and roll riuscì a diventare famosa più di ogni altra sua concorrente, si creò una danza più movimentata e competitiva, l’attuale Rock’n’Roll con aggiunta di acrobazie, ovvero il Rock n’roll Acrobatico.

Corsi di Folk Romagnolo

a cura di Ivano Pollini, Gabriele Pirrini e Nadia Bagnolini

folk

Nasce dal popolo, nel quale troviamo i fondatori del Ballo Popolare Romagnolo. Il Valzer, la Mazurka e la Polka, sviluppano in romagna negli anni 1870/1880. Il valzer è di origine Austriaca, la Polka e la Mazurka sono di origine Polacca e possono godere dell’appellativo di “balli romagnoli” perchè le variazioni sono prettamente romagnole. Nel 1850, il Valzer, la Mazurka e la Polka, si ballavano lisci, ma nel periodo 1880 – 1900 diversi personaggi di rilievo riportano il folklore in vita. A differenza dei balli Moscati, si balla a coppia, senza mai staccarsi dalla partner se non a ballo ultimato. Il Valzer è un ballo tutto liscio girato a destra e a sinistra; la Mazurka è ballata anch’essa liscia; la Polka è il ballo che più si presta alle variazioni, cadenzature, ecc. tratte dal Bergamasco e dalla Monferrina. Dal 1900 al 1940 si evolve lo stile ma i primi segni di ripresa si ritrovano verso il 1960 con personaggi vecchi e nuovi. Da allora le Danze Folk Romagnole sono apprezzate, ballate in eventi e competizioni e fanno parte del Settore Danza Sportiva della F.I.D.S.-Federazione Italiana Danza Sportiva al CONI.

Corsi di Balli da Coppia (Misto Balli da Sala)

a cura di Pino Mascali

Romantic Senior Dance

Dedicato a tutti coloro che vogliono imparare qualche passo di danza e divertirsi in compagnia. Nei corsi di “Balli di Coppia” vengono insegnati gli stili più diffusi nelle sale da ballo per poter passare serate divertenti sia a lezione che in feste o locali. Questi corsi sono dedicati sia a coloro che per la prima volta si avvicinano a questo mondo, a qualunque età (dai 4 anni in poi), sia a coloro che desiderano perfezionare la loro tecnica. Infatti le lezioni sono assistite da più insegnanti contemporaneamente per seguire gli allievi dividendoli per livello di apprendimento.

Per ogni informazione contattare il M° Pino Mascali al numero 335 8250425.

Corsi di Danze Latine

Latino dancers in action

Le danze latino-americane sono delle danze di coppia e fanno parte delle danze di stile internazionale.
Le danze ufficialmente classificate come latino-americane sono:
* Samba;
* Cha cha cha;
* Rumba;
* Paso doble;
* jive.

Le figure relative a questi balli differiscono da continente a continente e da una nazione all’altra perché diverse sono le tradizioni locali e le abitudini. Di conseguenza sono state prodotte specifiche codificazioni che hanno tecnicamente una loro validità e una loro giustificazione. Il momento unificante è rappresentato dall’adesione di quasi cento paesi all’IDSF (International Dance Sport Federation) che stabilisce regole e programmi validi per tutti. Per ognuna di esse sono state costruite nel corso degli anni molte decine di figure e ne vengono continuamente inventate di nuove. Ciò è dovuto al fatto che sono molto diffuse e per la loro stessa natura si prestano più di altri balli ad originali interpretazioni personali e fantasia creativa. Attraverso l’insegnamento e la pratica anche spontanea sono state assimilate molto bene dalla cultura europea, nonostante si tratti di danze

Rumba
Per gli studiosi di storia della danza, il termine rumba indica qualcosa di più che un semplice ballo: identifica un genere musicale e coreico comprensivo di un insieme di balli. Nella lingua spagnola il verbo rumbear definisce un particolare modo di ballare, basato sui movimenti seducenti dei fianchi e del bacino. L’origine della rumba è collocabile agli inizi del 1900 a Cuba, dopo l’abolizione della schiavitù, avvenuta il 10 febbraio 1878. Grandi masse di negri lasciarono i campi, dove non possedevano alcun bene, e si trasferirono nelle periferie delle città per organizzare una nuova vita. Per questa gente, povera ma libera, la musica e la danza diventarono ben presto un modo di essere e di vivere. Gli ex-schiavi non possedevano strumenti musicali. Per la produzione dei ritmi usavano di tutto: maracas, marimba, claves, cassoni vuoti che fungevano da tamburi e bum bum

Cha cha cha
La figura caratteristica di questo ballo è lo chassè che consiste in una serie di tre passi il secondo dei quali chiude sul piede fermo. Lo deve eseguire tante volte a destra e a sinistra fino ad assimilare lo stile adatto: le anche si devono spostare nella direzione del piede che conduce, verso destra o verso sinistra. Poiché il cha cha cha può essere eseguito anche avanti e dietro (lock) il movimento delle anche deve essere effettuato come sopra. Quando l’ esecuzione dello chassè diventa disinvolta è facile inserire lo stesso nelle varie figure di base. Esistono 4 differenti ipotesi sul significato letterale dell’espressione “Cha Cha Cha”:
* Attributo onomatopeico strettamente legato al ritmo della danza, scandito dal tempo delle percussioni.
* Riproduzione del suono prodotto dalle scarpe durante la danza, in particolar modo nel triplo passo.
* “Cha cha” è il nome di un sonaglio cubano, propriamente adoperato durante la danza.
* Riproduzione del suono emesso dallo sbattere dei piedi sulla battigia.
Le prime figure costruite su questo nuovo ritmo furono abbastanza semplici, molto simili a quelle che oggi rispondono al nome di CHA CHA CHA CHASSE, LOCK FORWARD, LOCK BACKWARD, CLOSE BASIC, SPOT TURN, ALEMANA.

Paso doble
Tradotto alla lettera significa: passo doppio. Il nome originale era pas a dos = passo a due Le figure costruite per questo ballo sono di grande spessore artistico, tutte ispirate alle azioni del torero nella lotta contro il toro. Non è facile ballare il paso doble se non si entra nello spirito giusto. La coppia deve essere motivata ed esprimere energia. In questa danza sono coinvolte tutte le parti del corpo: le gambe, le mani, lo sguardo, il volto nel suo insieme. Il cavaliere deve dimostrare carattere e forza fisica notevoli. Il corpo della dama deve essere scattante: docile e nervoso. È una danza spagnola nata nei primi anni del 1900 nell’ambiente culturale e sociale delle arene. Le figure coreiche sono però una costruzione che è venuta cronologicamente dopo, rispetto alla musica. In pratica, inizialmente, si trattava di una particolare base musicale che accompagnava la sfilata delle quadriglie negli spettacoli di corrida. La musica era potente, molto ritmata e coinvolgente: il semplice passo di camminata diventava una marcia militare. Uno squillo di tromba annunciava l’inizio della esecuzione musicale. Nel corso degli anni il paso doble ha assimilato anche diverse figure appartenenti al flamenco e ha elevato a figura-simbolo il sur place che impone di battere il tacco ad ogni chiusura di piedi. Nel 1954 fu inserito nella disciplina DANZE LATINO-AMERICANE.

Samba
Sulla derivazione del termine samba prendiamo in considerazione due ipotesi: Samba deriva da zampo, una denominazione che serviva ad identificare due categorie di brasiliani:
* quelli di discendenza negra,
* i meticci del filone indios.
Samba deriva da semba che è il particolare movimento del bacino di alcuni balli tipici dell’Angola portoghese. In Brasile si usò il termine samba per indicare il modo di ballare degli schiavi importati dall’Angola e dal Congo e utilizzati nelle piantagioni di canna da zucchero. Il samba fu inserito nelle danze da competizione (disciplina LATINO-AMERICANE) dopo aver acquisito una forma compiuta: da un lato, addolcendosi sul piano musicale fino a scendere alle attuali 50-52 battute al minuto; dall’altro, attraverso la codificazione di figure compatibili, molte delle quali di notevole pregio artistico e coreografico. I movimenti caratteristici di questo ballo sono: SAMBA BOUNCE ACTION (Walter Laird); PENDULUM MOTION.

Jive
Il jive è il ballo più movimentato fra le danze latino-americane. Il suo ritmo è frenetico, le sue figure richiedono stile, resistenza fisica, forza ed elasticità. L’uso delle mani ha un ruolo determinante non inferiore a quello dei piedi. Su ritmi fortemente sincopati furono inizialmente create due figure particolari: due passi in controtempo (piede sinistro cavaliere, destro dama; e viceversa) il break-away: la dama eseguiva una separation ed un riavvicinamento, senza lasciare la presa del cavaliere. Nella sua prima formulazione, il jive fu ballato esclusivamente da danzatori negri. Successivamente fu ripreso dai bianchi che vi aggiunsero numerose figure e vi apportarono modifiche tecniche che ne complicarono e appesantirono l’esecuzione. Dopo la seconda guerra mondiale, con l’evoluzione del jazz verso il bebop, il break-away diventò la base del rock ‘n’ roll, mentre il jive fu sottoposto ad una serie di revisioni e perfezionamenti stilistici che ne hanno fatto uno dei balli ancor oggi più prestigiosi a livello internazionale.
Agonismo
La danza latino-americana viene praticata anche a livello agonistico. Per quanto riguarda l’Italia (in particolare la FIDS, federazione italiana danza sportiva, unica riconosciuta dal CONI) troviamo una suddivisione di categorie e classi a seconda, rispettivamente, dell’età e del livello di preparazione della coppia, come di seguito:
* Le categorie, ovvero le suddivisioni in età, sono le seguenti: 08/09 10/11 12/13 14/15 16/18 19/34 35/44 45/54 55/60 61/64 65/ol (prendendo in considerazione l’età del componente più anziano della coppia).
* Le classi, ovvero le suddivisioni a seconda della preparazione della coppia, sono le seguenti: la classe più bassa è la classe C (promozionale), poi salendo troviamo rispettivamente le classi B3, B2, B1, A [A2, A1], AS che è la classe più alta. Si parla di agonismo dalla classe B3 alla classe AS (A Special, classe internazionale). Inoltre, coloro che svolgono l’attività di tecnico, ma continuano la loro carriera agonistica è prevista la M (Classe Master) dove la categoria più bassa è la 18/ol.
Per passare da una categoria all’altra, vengono disputate delle gare a ognuna delle quali a seconda del piazzamento raggiunto vengono attribuiti un certo numero di punti, che permettono l’accesso a una Ranking List (una lista di punteggi). L’Italia viene divisa in tre settori (Nord, Centro, Sud), ognuno dei quali ha una propria Ranking List. In base al risultato di diverse gare ufficiali, ogni coppia acquisisce un determinato punteggio che permette di stillare la Ranking List. Tanto più alta è la posizione raggiunta in una gara tanto più alto sarà il punteggio acquisito. In base ai punteggi ottenuti e ai risultati del Campionato Italiano, accederanno alla classe successiva un numero di coppie definito dal regolamento.
Le Federazioni Internazionali sono la WDSF (World Dance Sport Federation) e la WDC (World Dance Council), tuttavia, i tesserati FIDS possono competere a sole competizioni WDSF (in base al regolamento).

Corsi di Danze Standard

IMG_3162

Le danze standard fanno parte delle danze internazionali. A questa disciplina appartengono i seguenti balli: Valzer Inglese, Tango, Valzer Viennese, Slow Fox e Quick Step. Nella danza sportiva italiana (ma anche in quella di altre nazioni), viene divisa in livelli e classi a seconda dell’esperienza maturata dalla coppia negli anni. A lettera più bassa corrisponde un livello di preparazione maggiore (es. classe A > di classe B3 ). La più alta classe ballabile è quella Internazionale (attualmente detta AS).

Corsi di Danze Caraibiche

mambo

Le Danze Caraibiche mescolano, in modo allegro, ritmo, vivacità e sensualità e comprendono:
· La salsa: nata dal Son Cubano e poi influenzato da un miscuglio di generi musicali: Merengue Dominicano, Cumbia Colombiana, Rumba, Mambo, Cha-Cha ed altri ritmi musicali del Caribe. Esistono varie scuole, stili e tecniche diverse; le principali sono la salsa cubana e la salsa portoricana. Fondamentalmente è un’espressione di gioia; il vero spirito è quello di divertirsi, di comunicare emozioni e sensazioni al proprio partner attraverso il ballo.
· Il Merengue: danza dal ritmo travolgente nata nella Rep.Dominicana, probabilmente dall’imitazione dei movimenti a cui erano costretti gli schiavi nei campi, per via delle catene alle caviglie che non consentivano grandi movimenti, ma permettevano di trasferire ritmicamente il peso del corpo da un piede all’altro. Anche il Merengue ha subito un’evoluzione coreografica. Inizialmente il ballo si svolgeva in un contatto permanente con una guida corporea da parte dell’uomo, non servivano figure complicate poiché era una danza senza vincoli.
· La Bachata: nata fra gente povera della Rep.Dominicana, rappresentava un modo di evadere e spezzare la routine della vita quotidiana. Il modo di ballare appariva volgare e osceno poiché i corpi dell’uomo e della donna rimanevano stretti e in continuo contatto e non esistevano molte figure; pertanto fu snobbata dalla borghesia e osteggiato dalle autorità.
La corrente tipicamente europea vuole un modo di ballare ricco di figure sempre più complesse però c’è chi, rimanendo fedele allo spirito originale, balla senza troppe figure e complicazioni, cullandosi amorevolmente.

Corsi di Tango Argentino

tango
Il tango argentino è una forma d’arte che comprende musica e danza nata a Buenos Aires e Montevideo intorno alla seconda metà dell’800. Il tango argentino è un ballo basato sull’improvvisazione, caratterizzato dalla sua eleganza e passionalità. Il passo base del tango è il passo in sè, dove per passo si intende il normale passo di una camminata. Essendo un ballo di improvvisazione, in pista non esiste l’idea di sequenze di passi predefinite, e sta alla fantasia dei ballerini costruire come in un dialogo il proprio ballo. La posizione di ballo è un abbraccio frontale asimmetrico in cui l’uomo con la destra cinge la schiena della propria ballerina e con la sinistra le tiene la mano, creando quindi una maggiore distanza tra la spalla sinistra dell’uomo e la destra della donna. Poche regole semplici dettano i limiti dell’improvvisazione: l’uomo guida, la donna segue. Fondamentalmente è l’uomo che chiede con un linguaggio puramente corporeo alla propria ballerina di spostarsi.
Il tango argentino è caratterizzato da tre ritmi musicali diversi ai quali corrispondono altrettante distinte tipologie di ballo: il Tango, la Milonga e il Tango Vals (Vals criollo).
I ballerini di tango praticano differenti stili, facenti capo a grandi interpreti delle sue fasi storiche, o ai quartieri di Buenos Aires o cittadine nella sua vicinanza, dove si sono contraddistinti. Alle origini del tango argentino troviamo il canyengue, intorno al 1880. Tipici i movimenti rapidi e corti. Soppiantato negli anni 40. Lo stile milonguero è caratterizzato da un abbraccio stretto e movimenti contenuti e adatti agli spazi ristretti. Uno stile sobrio, semplice e passionale.
Il tango salon, nato nel passato nei salotti dell’aristocrazia, è caratterizzato da abbraccio più largo rispetto al milonguero, maggior rispetto per l’asse, una ricerca per l’eleganza e la spettacolarità del movimento. Negli show o spettacoli vari sia in teatro che nelle strade i ballerini si esibiscono nello stile detto “Tango show” caratterizzato da figure coreografiche e passi di forte effetto spettacolare, ma meno “sinceri” rispetto al tango argentino tradizionale. Negli anni ’60 e ’70 si afferma il tango fantasia, che molto si distacca dal tango tradizionale. Negli anni 2000 si è sempre più affermato un genere noto come tango nuevo ballato soprattutto sulle note del tango elettronico.

Corso di Karate

a cura di Marco Forti

marco forti

https://www.facebook.com/marco.forti

Corsi per adulti (età minima 13 anni)
Il Koryu Uchinadi Kenpo-jutsu è la sistematizzazione didattica moderna del Karate antico di Okinawa, pratica non competitiva, totalmente basata su applicazioni difensive reali finalizzate a neutralizzare atti di violenza fisica abituale. Un metodo di difesa personale completo ed estremamente efficace!

Corsi per ragazzi (per ragazzi e ragazze dai 7 ai 12 anni)
Oltre ad approfondire l’aspetto tecnico il programma studiato per i ragazzi promuove l’incremento della capacità di attenzione, un maggiore autocontrollo, l’acquisizione di fiducia in se stessi e maggiore autostima, il miglioramento della coordinazione motoria e … tanto divertimento!

Corsi per bambini (propedeutica al Karate per bambini e bambine dai 4 ai 6 anni)
I giovanissimi apprendono le basi della disciplina in un contesto ludico, seguendo un programma appositamente studiato per la loro fascia di età, in modo da valorizzare le loro capacità coordinative e condizionali in un ambiente sereno e sicuro!

http://www.marcoforti.net

http://www.seishinkai-cesena.it

http://www.koryu-uchinadi.it

mi trovi anche su facebook:

http://www.facebook.com/marco.forti

Corso di Kickboxing – Muay Thai – Low Kick – K1 Rules

2

> Acuisisci potenza, velocità, equilibrio
> Impara un’efficace tecnica di autodifesa in un ambiente amichevole
> Aumenta la tua autostima
> Divertiti e tonifica il tuo corpo con uno sport completo
> Adatto a tutti: uomini, donne, ragazzi/e

Corso Zumba Fitness®

a cura di Elisa Amadori

??????????????????????

ZUMBA FITNESS® Sei pronto a divertirti per tenerti in forma? Il programma Zumba® è un programma di danza e fitness-party™ brucia-calorie, divertentissimo, efficace, facile da seguire, ispirato ai ritmi latino americani, che sta guidando milioni di persone verso la gioia e la salute. Zumba Fitness® è l’unico programma di fitness e danza ispirato ai ritmi latino americani, che fonde l’ardente musica internazionale creata da produttori vincitori del Grammy Award con passi di danza contagiosi, per realizzare un “fitness-party” che ti rende totalmente dipendente. Fin dai suoi inizi nel 2001, il programma Zumba ha avuto un successo incredibile fino a diventare il programma di fitness-danza più diffuso del mondo, attirando più di 12 milioni di persone di ogni età, forma fisica e corporatura nei corsi settimanali di Zumba che si tengono in più di 110.000 località in oltre 125 paesi.

Corso di GINNASTICA DOLCE

(PER OVER 60 CONVENZIONATA CON L’A.S.P. soli 20 euro al mese)

People in gym on exercise ball

Una ginnastica per esplorare il sistema muscolare nella sua totalità. Anche i muscoli che non vengono usati di solito nella nostra vita quotidiana. Una ginnastica per migliorare le proprie capacità di autoconsapevolezza motoria e per ritrovare libertà e vitalità nel movimento. Una ginnastica per mantenere l’elasticità e prevenire i dolori articolari ed il male alla schiena. Per gli adulti di tutte le età, uomini e donne.

La lezione si divide fondamentalmente in 4 parti:

* la parte di riscaldamento generale e aerobico;

* la parte di allungamento al tappetino;

* la parte di allenamento e potenziamento muscolare e la parte finale di rilassamento con tecniche di respirazione.

* Il corso si svolgerà di mattina… per affrontare, all’insegna dello stare bene, la giornata.

Corso di Total Body

weight lifting

E’ essenzialmente un programma di tonificazione muscolare. Il T.B.W. incorpora tecniche finalizzate a migliorare la Flessibilità, la Postura, l’Equilibrio, la Mobilità della Bassa Schiena. Ha una base musicale, e si caratterizza di una fase centrale aerobica, che può essere considerata il cuore della lezione di T.B.W. Si alternano protocolli di lavoro con l’utilizzo dello step, del corpo libero, di intervalli e circuito training, tutti indirizzati al dimagrimento, all’aumento del tono muscolare ed alla definizione muscolare. Ogni lezione di T.B.W. prevede al suo interno esercizi di Back Prevention, ovvero esercizi mirati alle problematiche della colonna vertebrale. Vi è successivamente una fase specifica di tonificazione muscolare, per tutto il corpo, svolta tramite piccoli attrezzi: manubri, elastici, body bar, ring Pilates, etc.. A terminare la lezione, una fase di rilassamento, svolta tramite semplici esercizi di stretching e respirazione. Il TBW Migliora: – Composizione coroporea in termini di rapporto massa magra / massa grassa – Tono muscolare – Postura – Capacità cardio respiratoria

Corso di Harmony Strech

9

E’ una lezione di ginnastica dove si lavora in maniera particolare la tonificazione e lo stretching dei muscoli. Attraverso esercizi che vengono dal pilates, dallo yoga tibetano e dalla danza si punta a rinforzare tutte le fasce muscolari puntando soprattutto sugli addominali e sull’allungamento. Con questo metodo si acquista tonicità e una maggiore mobilità delle articolazioni. Ogni lezione si terminerà con dieci minuti di rilassamento per riprendere contatto con se stessi e con il proprio corpo…. Si ripartirà dalla lezione stanche ma rilassate!

Corso di Pilates

10

Cos’è:
Pilates è un innovativo metodo di allenamento e di condizionamento muscolare per tutto il corpo, sviluppato da Joseph Pilates dal 1920 in poi in un periodo di 40 anni, disegnato per rinforzare la muscolatura del core mentre si allunga il corpo.

Come si esegue e benefici:
Un programma completo di Pilates coinvolge sia l’utilizzo degli attrezzi (ove presenti) che del lavoro al mat. L’attenzione alla respirazione ed all’esecuzione corretta dei movimenti crea armonia ed equilibrio nel corpo.

Un po’ di storia…
Ron Fletcher è stato un allievo di Joseph Pilates, ed è riconosciuto come uno dei pochissimi MASTER TEACHER del metodo Pilates. Il suo background nella danza ed il suo talento nel movimento sono stati apprezzati da Clara Pilates che lo ha incoraggiato ad utilizzare i principi del metodo per poter sviluppare un approccio innovativo all’insegnamento del movimento.

Qual’è la differenza tra Fletcher Pilates e le altre forme di Pilates?
La maggior differenza è il cuore del metodo Fletcher Pilates: la tecnica di respirazione percussiva. Lo sviluppo e l’allenamento specifico della capacità del singolo polmone mentre si eseguono gli esercizi Pilates aiutano a migliorare la postura reclutando i muscoli profondi del core. Fletcher Pilates offre un programma di movimenti completo utilizzando Spine Corrector, Towelwork, Barrework e Floorwork in aggiunta agli esercizi classici di repertorio, aggiunta questa che denota la costante evoluzione del movimento. Fletcher Pilates riempie lo spettro di programmi di movimenti dalla post-riabilitazione all’allenamento per atleti professionisti.

Corso di Fit-Yoga

A cura di Elisa Amadori

7

Fit yoga offre un approccio allo yoga inteso per tutti, a tal fine sono stati rimossi da questo programma la recitazione di canti e tutti gli aspetti più esoterici della scienza dello yoga, e rappresenta quindi un primo approccio soft per tutti coloro che vogliono trovare un maggiore benessere psico-fisico e acquisire nuovi strumenti per rilassare mente e corpo. Fit yoga rientra nella categoria delle attività Body mind, ovvero discipline che migliorano la coordinazione mente corpo dell’individuo, apportando energia, calma e benessere a tutta la persona. Fit yoga è un programma di esercizi efficace ed interessante, utile per allentare le tensioni e lo stress, che fornisce gli elementi necessari per un buon lavoro cardiovascolare, oltre a posizioni yoga che potenziano la muscolatura e rinforzano le articolazioni, donando maggiore flessibilità.

Corso di Core Training

muscular body builder arm

Una seduta di CORE TRAINING dura circa un’ora comprendendo: riscaldamento + circuito + allungamento

Adatto sia a donne che a uomini per tonificare e perdere peso.

Si utilizza la tecnica del circuito: da 6 a 10 esercizi (dipende dal numero di persone) che si eseguono in successione per almeno 4 ripetizioni. I tempi sono in partenza di 40″/50″ ad esercizio con pause di 20″; con il tempo la durata dell’esercizio aumenta mentre i sec. della pausa rimangono uguali o diminuiscono a seconda del livello di allenamento dei soggetti.

Questo tipo di allenamento sostanzialmente propone esercizi semplici (es: addominali, affondi, spinte..) eseguibili da tutti ma con l’inserimento di attrezzi o situazioni di “instabilità” per il corpo (fitt-ball, elastici, bosu, skatboard..) che determinano una pre-attivazione di tutta la muscolatura profonda dell’addome e del dorso; proponendolo sotto forma di circuito ha una funzione anche aerobica ottimale per bruciare grassi e tonificare.

Corso di Hard Fit

Power

L’Hard Fit è una metodologia di allenamento della forza e del condizionamento creato dall’ex ginnasta Greg Glassman, nel 1980. Si basa su diverse tipologie di esercizi, sia a corpo libero, che con l’uso di attrezzi, che hanno come obiettivo lo sviluppo di 10 abilità fisiche: Resistenza Cardiovascolare/Respiratoria, Forza, Flessibilità, Potenza, Velocità, Stabilità, Coordinazione, Agilità, Precisione e Stamina (Forza Resistenza). Fra gli esercizi troviamo: flessioni in decine di varianti, trazioni alla sbarra, sollevamenti olimpici (strappo, stacco, slancio, girata al petto, squat, etc), salti, corsa, anelle, palle mediche, kettlebell e altri.

Corso di Risveglio Muscolare

Elderly woman streching by the ocean

I corsi di Risveglio muscolare possono essere praticati da tutti, poiché non è richiesto un intenso sforzo fisico. Sono basati su attività a corpo libero, comprendono movimenti lenti e ritmici con adeguate respirazioni applicate, che tendono dolcemente a risvegliare la circolazione periferica.

Agiscono sullo stato di torpore che la muscolatura presenta solitamente dopo la notte. Sono finalizzati allo sviluppo del benessere complessivo della persona. Puntano al miglioramento della salute e alla diminuzione dei danni secondari douti all’inattività e all’invecchiamento, con particolare attenzione allo sblocco delle tensioni e all’attivazione energetica dell’organismo in toto.

LE FASI DEL RISVEGLIO MUSCOLARE:

* Riscaldamento;

* Attivazione muscolare;

* Streching (sempre con cautela per ogni distretto muscolare)

* Respirazine e Rilassamento.

I corsi di Risveglio Muscolare sono finalizzati al benessere complessivo della persona e hanno come obiettivo primario il mantenimento della mobilità articolare e dell’elasticità muscolo tendinea.

I benefici derivanti dallla pratica di questa disciplina sono molti:

* migliora la forza;

* migliora la flessibilità e la resistenza;

* migliora la postura;

* migliora la circolazione;

* purifica i polmoni;

* stimola le ghiandole endocrine;

* allevia le tensioni;

Corso di Difesa Personale

3

L’autodifesa o difesa personale è la capacita propria di sapere gestire o (evitare) una situazione di pericolo scaturita da dispute verbali o fisiche tra individui. E’ opinione diffusa che la difesa personale sia solo un insieme di tecniche ed insegnamenti atti ad atterrare un avversario prima che sia lui a farlo, come si può vedere in alcune pellicole cinematografiche, confondendo la difesa personale con lo street fighiting (combattimento in strada).

In realta la difesa personale comprende sia tecniche fisiche per la difesa dalle aggressioni sia un profondo lavoro fisico per imparare a fondo e sfruttare nel modo giusto i seguenti insegnamenti:
- studio delle arti marziali come WIN TSUN/KUNG FU;
- studio approfondito del corretto atteggiamento mentale;
- controllo della paura e degli stati emotivi;
- uso del linguaggio e dei gesti che siano persuasivi al non combattimento;
- uso di corpi contundenti e armi che si possono trovare nell’ambiente circostante.

Corso di Gag

health club: woman doing stretching and aerobics

è l’acronimo di Gambe, Addome e Glutei e indica un allenamento mirato a rinforzare e tonificare queste tre aree e, più in generale, la parte inferiore del corpo. Si lavora unicamente su questi distretti muscolari, le tre aree corporee più soggette ad accumulare adipe. È costituito da una serie di esercizi a corpo libero da eseguire in piedi, a terra o con l’aiuto di piccoli attrezzi, quali step, manubri, barre e cavigliere. Ideale per chi non vuole rinunciare ad avere un fisico tonico e modellato.

Corso di Dimagrimento e Tonificazione

??????????????????????

Il corso dimagrimento e tonificazione è una novità assoluta 2015. Si tratta di un allenamento completo che si concentra sull’obbiettivo della perdita della massa adiposa attraverso sia un lavoro aerobico che anaerobico. Si compone di mini-circuiti che coinvolgono tutti i gruppi muscolari, attraverso il metodo del PHA. Con la sigla PHA, che sta per “Periferal heart action”, ci si riferisce ad un sistema molto efficace di allenamento che si basa sul meccanismo di attivazione della pompa cardiaca tramite le “periferie”, ovvero gli arti inferiori e quelli superiori.

Corso di Danza del Ventre RAQS SHARQI

RAQS SHARQI: evoluzione della Danza del Ventre Folcloristica (Raqs Baladi) negli anni’30 viene codificata
e in parte allineata alla tecnica della Danza Classica occidentale.
Ne risulta una danza più pulita e tecnica.
La Danza Orientale o Medio Orientale, chiamata a livello Internazionale IDO “Belly Dance” è antica quanto il
mondo ed è sempre stata tramandata da madre in figlia. Essa ha le sue origini nella notte dei tempi come
danza rituale per celebrare la Vita e la Morte, per propiziare gli Dei e la fertilità della Grande Madre, la Terra.
La Danza Orientale è molto di più di una semplice “danza lasciva di seduzione” come viene spesso
“etichettata”, in realtà è una danza che valorizza la femminilità è l’armonia della donna.
Ogni movimento è in armonia con il corpo e le sue leggi, gesti pieni di dolcezza, di grazia e di gioia
risvegliano l’energia femminile, favorendo il crearsi di un armonico equilibrio tra il corpo, la mente e l’anima.
Ogni movimento diviene allora un sottile massaggio per il corpo…e il sorriso, che naturalmente si crea nel
volto di chi la esegue, è la più naturale manifestazione del profondo piacere di muoversi in armonia con
l’onda della vita. É questa gioia di muoversi che crea la sensualità di questa danza…è importante capire che
la “sensualità” è una conseguenza naturale dei suoi movimenti caratteristici, un piacevole effetto collaterale,
enfatizzarla eccessivamente “come il fine”, non solo la impoverisce, ma la rende volgare.
Il confine tra la “sensualità” e la “sessualità” è estremamente sottile, quasi impercettibile per questo è
importante riuscire ad apprezzare la naturale sensualità di questa danza senza voler forzare troppo la mano,
anche con l’abbigliamento.
La Danza Orientale è disegnata per i corpo femminile, sui movimenti degli addominali, del bacino, del torace,
comprese braccia e testa…occhi, piedi….tutto il corpo partecipa alla danza disegnando nello spazio ricami
intrecciati di ondulazioni, cerchi, movimenti serpentini.
Benefici della Danza del Ventre:
Migliora la postura e il tono muscolare, perdita naturale di peso, può essere praticata come preparazione e
post parto, rinforzo del pavimento pelvico, riduzione dello stress, migliora la circolazione, stimola la
creatività, lavora sulla femminilità, riduzione dei dolori mestruali, lombalgie, stimola la capacità di creare
gruppo.
Tutte le donne che praticano la danza orientale riescono a porre l’attenzione su se stesse e sui propri
movimenti, tanto da dimenticare tutto ciò che le circonda.Le donne attraverso questa danza hanno una
maggiore consapevolezza del proprio corpo che le porta ad avere una maggiore fiducia in se stesse,
imparando così ad accettarsi ritrovano la loro bellezza.
E’ importante sottolineare che chi si addentra nel fascino della danza orientale non debba diventare per
forza una grande ballerina, nè solamente una grande ballerina può permettersi di ballare questa danza in
piena libertà.
CORSI:
LIVELLO UNICO/DANZA IN MENOPAUSA:
indirizzato a :
- rivolto a signore adulte che desiderano fare solo un po’ di movimento – soggetti con patologie o difficoltà
motorie
propedeutica della danza, danza in maniera dolce
PRINCIPIANTI 1/PRIMI PASSI :
-primo approccio alla danza, studio della tecnica base.
PRINCIPIANTI 2/3:
-avanzamento della tecnica base, lavoro di isolamento corporeo, studio dei ritmi base.
INTERMEDIO:
-approfondimento della tecnica, lavoro di isolamento, accessori, studio dei ritmi complessi.
AVANZATO:
-approfondimento della tecnica, lavoro di isolamento, improvvisazione, studio dei ritmo complessi, accessori.

Corso di Baby BellyDance

a chi è rivolto: bambine dai 5 ai 10 anni – percorso lineare (gioco-danza) adolescenti dai 10 ai 15
anni- percorso a crescere
obbiettivo : coordinazione, musicalità, creatività e capacità di lavorare in gruppo attraverso la
danza del ventre e i ritmi semplici arabi
una danza completa, armonica e femminile per imparare a prendere coscienza del proprio corpo
in crescita
( propedeutica dei movimenti fondamentali della danza)
utilizzo di accessori come Velo e Tamburello-bastone (adolescenti)
Per le Adolescenti, il percorso è in progressione didattica per poter preparare il corpo alla danza
del Ventre di Livello superiore.
La danza è uno strumento prezioso per la crescita psico-fisica delle bambine. Il corpo ha, infatti,
un ruolo da protagonista nello sviluppo della personalità, in quanto, attraverso il vissuto corporeo,
le bambine interagiscono con il mondo esterno.
La danza del ventre permette uno sviluppo armonioso del corpo e consente loro di accettarsi, in
particolare nel periodo pre-adolescenziale; attraverso la tecnica di isolamento delle singole zone
corporee, inoltre Impareranno a muoversi in modo più consapevole migliorando la postura, la
gestualità, l’equilibrio e la coordinazione lavorando in modo completo sul corpo ,e non solo sul
ventre ma anche torace, addome, bacino zone a volte trascurate da altre discipline e che
diventano, a lungo andare, luogo di contratture e rigidità.

Corso di Danza in Gravidanza

Corso pre-parto di Danza del Ventre e ginnastica dolce
Metodo Shamsa.ra R.
Il Danza in Gravidanza è un metodo di insegnamento con progressione didattica che conduce la
gestante ad un allenamento dolce per facilitare il cambiamento del corpo in favore del parto.
Il corpo di una donna attiva, che durante il periodo di gestazione pratica attività fisica in modo
Funzionale, ha dei notevoli riscontri durante il parto:
- rinforza i muscoli;
- previene sciatalgie e dolori alla schiena;
- migliora il processo di travaglio, meno doloroso;
- facilita l’apertura del bacino per il posizionamento del bambino nei tempi corretti;
- aiuta ad accettare i cambiamenti sul piano fisico/emotivo;
- favorisce la connessione mamma/bimbo portando il “focus” della gestante dentro di se’ – ci
sono meno rischi di depressione post-partum;
- aumenta il contatto consapevole con il bambino;
- migliora la circolazione sanguigna, la digestione e il sistema urinario;
- contrasta l’aumento eccessivo di peso;
- è una buona preparazione fisica e mentale alla gestione del dolore durante il travaglio
- aiuta a recuperare tono più velocemente dopo il parto.
Danza in grembo è rivolto alle gestanti dal 3° mese di gravidanza in poi, con condizioni fisiche
buone.
Danza in Grembo è un allenamento muscolare completo che sviluppa tono e coordinazione
motoria. E’ studiato in modo da alternare tipologie di lavoro muscolare ISOLATO( tipico della
Danza del Ventre), a quello INTEGRATO in cui si utilizzano e tonificano più gruppi muscolari
contemporaneamente.
La Danza Del Ventre è per eccellenza la Danza del Femminile, dove ogni movimento facilita il
contatto con il corpo della donna esaltando la sua forma e la sua costituzione. Ogni movimento è
un’esaltazione alla Creazione basandosi su due zone per eccellenza: il bacino e il seno/braccia,
figure armoniche e dolci cullano il ventre e il bambino che contiene, le anche si aprono, la schiena
si rinforza, le gambe si tonificano. Ogni movimento richiede la completa collaborazione dell’intero
corpo.
La respirazione, inoltre, aiuta ad ossigenare i muscoli in movimento oltre ad vere il massimo
beneficio la circolazione sanguigna.
Come si svolge una lezione di Danza del Ventre:
-innanzi tutto non occorre aver praticato la Danza per poter accedere al corso, il tutto sarà svolto
in modo gradevole e leggero con movimenti studiati per la mamma e per il suo bimbo.
- la prima fase sarà di riscaldamento con una ginnastica dolce a pavimento e/o con
ausilio di palle fitness; il lavoro a terra è di massimo aiuto al corpo contratto ed
appesantito, andremo a rilassare, allungare, sciogliere
- la seconda fase è danzata, con l’insegnamento dei passi base e di routine semplici
- la terza fase comprende un defaticamento, un lavoro sul rinforzo del pavimento pelvico
e in base alla
sensibilità delle mamme una piccola meditazione.
La meditazione finale è un metodo molto dolce di ASCOLTO, per guidare le mamme in
quest’arte che le aiuterà alla consapevolezza del contatto primordiale con il proprio figlio.
Il MOTTO del METODO è LE DONNE SANNO PARTORIRE e sanno CRESCERE/ NUTRIRE i propri
Figli, e si promuove a gran voce alla sensibilizzazione del parto naturale e dell’allattamento.

Corso di Percussione e Ritmica Araba

alessandro percussioni

Darbuka: strumento diffuso da molti secoli in un’area geografica che va dalla mezzaluna fertile fino
alle rive del Marocco; presente nel folklore di numerosi paesi dell’Europa orientale.
La Darbuka permette al musicista di suonare diverse variazioni con l’aiuto di una tecnica
particolare che consiste in diversi tipi di rullata, colpi, bloccaggio della pelle, sfregamenti….
Il corso di percussioni sarà focalizzato allo studio dei principali ritmi arabi cercando di coglierne il
contenuto emozionale oltre alla struttura e alla metrica.
Dalle ritmiche base si arriverà allo studio delle principali variazioni con lo scopo di accompagnare
una danzatrice.

Corso di Drum Solo

10497324_675306655895671_868091536363696542_o

L’improvvisazione, nella danza Orientale, è il livello più alto di espressione artistica: il dialogo libero
e fortemente emozionale tra musicista e danzatrice è basato su una ottima preparazione tecnica
abbinata ad una elevata sensibilità.Il segreto è “immedesimarsi nel ritmo” e renderlo visibile
attraverso la DANZA.
Perchè ciò sia possibile è necessaria una conoscenza solida delle ritmiche arabe e mediorientali,
della struttura di ogni ritmo e della sua valenza emozionale, fino ad arrivare al connubio “danza e
Drum solo” nel quale ogni singolo movimento del corpo è all’unisono con ogni singolo accento
della Percussione.

Aikido

Aikido Disciplina marziale non competitiva sviluppata dal giapponese Morihei Ueshiba (1883-1969); Sintesi ed evoluzione di antiche tecniche mutuate dal ju-jutsu classico, dal kenjutsu (la tecnica della spada) e dal jojutsu (tecnica del bastone),
Le tecniche dell’Aikido sono indirizzate al controllo dell’equilibrio dell’attaccante, con l’uso minimo della forza; si realizzano in virtù di leve articolari che si concludono in immobilizzazioni o proiezioni; si eseguono evadendo dalla linea dell’attacco, accompagnandone la forza, al fine di ridirigere la spinta aggressiva con movimenti spiraliformi.
L’Aikido si basa su princìpi e concezioni etiche che rifiutano l’attacco come soluzione dei conflitti. La peculiarità dell’Aikido è nel rifiuto di ferire il nemico: la massima efficienza in combattimento è raggiunta attraverso la capacità del praticante di entrare in “armonia” con l’avversario, in modo da fondersi con lui in un tutto capace di risolvere lo scontro senza danneggiare nessuno dei due. Verrà sconfitta l’aggressione, non l’aggressore, compresi gli attacchi riconducibili alla sfera emotiva.
Obiettivo dell’Aikido è l’integrazione della mente con il corpo e lo sviluppo di vigore e benessere; molte sono le persone che vi si avvicinano in quanto metodo di sviluppo psicologico e spirituale. Quando praticato in questo senso, l’Aikido diventa un metodo completo di sviluppo personale e, proprio per questo, considerato via di illuminazione spirituale, per lo stato di forza e al contempo di saggezza cui mira.
L’Aikido adatto a persone di ogni sesso ed età e condizione fisica, sviluppa movimenti morbidi e naturali, permette un ottimo esercizio aerobico e tonifica l’intero apparato muscolare in modo bilanciato, aumentando l’equilibrio e la coordinazione motoria. Ciascuno impara seguendo ritmi propri; forza, flessibilità e resistenza vengono sviluppate e potenziate naturalmente. L’Aikido migliora inoltre la capacità di concentrazione e la prontezza di riflessi, sia fisica che mentale.

Schermata 2015-11-16 alle 23.26.56